Feed RSS

Archivi tag: Salute

Allenare gli addominali : 5 errori da evitare

Inserito il

Non commettere questi 5 errori mentre alleni gli addominali

Per avere degli addominpettorali-e-addominali-maschili-scolpitiali scolpiti sono necessari solamente tre ingredienti : Allenamento addominale costante, un’alimentazione corretta, e del “running” saltuario

A parole sembra veramente facile, anzi a parole siamo tutti bravi, il vero problema è iniziare ma sopratutto è importante iniziare ad allenare i nostri addominali senza commettere errori che, sono sempre in agguato, vanificando in parte il nostro duro lavoro.

Analizziamo quindi oggi i 5 errori più comuni mentre alleniamo i nostri addominali, che siano crunch o sit up.

  1. Errore numero 1 : Il ” twist “. Avete presente quella torsione che effettuiamo verso sinistra o destra mentre effettuiamo dei semplici ” crunch “ ? Ecco, bene, Leggi il resto di questa voce

Errori alimentari : Cosa bisogna evitare

Inserito il

Errori alimentari 

Ecco a voi i peggiori 5 ERRORI ALIMENTARI che possiamo commettere.

Vuoi buttare giù quella pancia ma non vuoi iniziare con una dieta ? Leggi sotto e scoprirai come dimagrire seguendo le nostre regole.

  1. Strafogarti davanti alla Tv : Pizza non-stop e birra davanti alla partita ? Scordatelo.Mentre guardi la televisione non ti accorgi di quanto mangi e sopratutto di cosa e incameri molti più alimenti del normale.Spegni la tv e vai tu a giocare a calcetto.Errore numero 1.
  2. Saltare i pasti : Il tuo intestino regola le tue abitudini alimentari, ma non può fare tutto da solo,  devi dargli l'”input” per partire, come fare colazione la mattina, se salti alcuni pasti mandi in panne questo tuo prezioso organo, non chiederti poi perché non ti senti sgonfio se non hai pranzato.Se proprio devi saltare qualcosa, distribuisci, colazione pranzo e cena in sei pasti.Errore alimentare numero 2.
  3. Aperitivi non-stop : Lo so, prima che questo inverno ci congeli tutti, vorremmo spararci 7/8 aperitivi al giorno quando il sole ci scalda ancora, ma gli stuzzichini salati, come noccioline e patatine sono una bomba a mano per il nostro organismo visto che il loro sodio può essere dannoso per la nostra dieta.Dopo due settimane senza snack salati, la voglia passa, è scientificamente provato, per queste due settimane quindi proviamo a sgranocchiare una bella carota( ahahahah).Errore alimentare numero 3.
  4. Pranzare da ” Gigi il camionista ” nel week-end : A tutti è capitato di esagerare nel week-end, esagerare a tavola il sabato e la domenica infatti risulta molto dannoso per la nostra dieta sopratutto nei giorni successivi, non  a caso, dopo una grande abbuffata tutto quello che ingeriamo di sano nella settimana a venire verrà ridotto al 30% del suo potere ” salutista”.Inoltre la nostra voglia di continuare la dieta dopo una grande mangiata è ridotta notevolmente.Invece di “Gigi il camionista”, vai da “Pino il vegetariano”.Errore alimentare numero 4
  5. Fare le ore piccole : Dormire poche ore a notte aumenta la possibilità di ingerire più calorie il giorno successivo essendo il vostro intestino ancora confuso tra alcool e Red Bull.In particolare è stato riscontrato che chi dorme poco, il giorno seguente ha molta più voglia di mangiare alimenti grassi e poco salutari.Dormire circa 7-8 ore a notte è la quantità  giusta per regolare al meglio il nostro ciclo alimentare.Errore alimentare numero 5

Potrebbe interessarti anche :

  1. Sesso prima di una partita ? Fa bene !
  2. La dieta per migliorare ” sotto la cintura ” 
  3. I cibi che salvano i tu0i capelli dalla caduta 

Gli alimenti anti-infarto

Inserito il

“Noi siamo ciò che mangiamo…”

Questa è la prima regola da tenere a mente quando ci si siede a tavola.

Ciò che mangiamo influenza il nostro corpo  e il nostro stile di vita continuamente.Mangiare bene è vivere meglio.

Oggi , quindi in questo contensto , parliamo di cibi che ci aiutano a vivere meglio e più particolarmente , parliamo di cibi per mantenere colesterolo e pressione bassi in modo da diminuire le probabilità di infarto.

Per infarto si intende la necrosi di un tessuto per ischemia (cioè mancanza totale o parziale di sangue), cioè per grave deficit di flusso sanguigno. Clinicamente l’infarto è una sindrome acuta provocata da una insufficiente irrorazione sanguigna ad un organo o a parte di esso, per una occlusione improvvisa o per una stenosi critica delle arterie che portano il sangue in quel distretto dell’organismo.(Wikipedia)

Ecco i cibi che aiutano a prevenire infarti e ictus :

Olio d’oliva : L’olio di oliva, tra gli alimenti cardine della (giustamente) tanto celebrata dieta mediterranea, aiuta il sangue a fluire senza intoppi. Gli oli monoinsaturi come quello di oliva riducono infatti i livelli del colesterolo LDL (“cattivo”) nel sangue, facendo così diminuire anche i rischi di ictus e infarto.Meglio l’extravergine di oliva.

Broccoli :  Questi vegetali sono ricchissimi di acido folico, una vitamina del gruppo B che abbassa i livelli di omocisteina nell’organismo. L’omocisteina favorisce l’intasamento delle arterie nei primi stadi: quindi è meglio averne il meno possibile nel sangue… Attento, però: evita di lessare i broccoli finché si sfaldano o perderai nell’acqua della pentola tutto l’acido folico.

Carote : Questi ortaggi sono molto ricchi di un pigmento vegetale arancione, detto beta-carotene, che ha proprietà antiossidanti: previene cioè i danni causati alle arterie dai dannosi radicali liberi. Diversi studi hanno inoltre osservato che le popolazioni con una dieta ricca di antiossidanti hanno un più basso rischio di ictus.

Arance : Le arance sono imbottite di vitamina C, un antiossidante che elimina e distrugge i radicali liberi, molecole che danneggiano il rivestimento interno delle arterie favorendo ictus e infarto. E valgono anche sotto forma di spremuta!

Aglio : L’aglio contiene una sostanza chimica, l’allicina, in grado di fluidificare il sangue rendendo meno probabili i coaguli che provocano ictus e infarto. Aglio (e cipolle) contribuiscono anche a tenere bassi i livelli di lipidi (grassi), a partire da quelli del colesterolo LDL nel sangue.

Ciliegie :Le ciliegie ,come il ribes, le fragole e l’uva, sono ricche di antocianine, sostanze responsabili del caratteristico colore rosso ma soprattutto dalle note proprietà antiossidanti, cioè capaci di proteggere i tessuti (inclusi quelli delle arterie) dai danni indotti dai radicali liberi. E a certificare le qualità salva-arterie di questi frutti arriva anche una curiosa ricerca condotta all’Università del Michigan (Usa): a 12 volontari tra i 18 ed i 25 anni è stato chiesto di mangiare due porzioni di crostata di ciliegie, dopo di che le analisi di sangue e urine hanno evidenziato come tale pasto fosse riuscito a innalzare la quantità di antiossidanti presente nell’organismo per le 12 ore successive. “Siamo dunque riusciti a verificare che gli antiossidanti contenuti nelle ciliegie riescono a entrare nel flusso sanguigno e stimolare l’attività degli antiossidanti del nostro corpo”, ha commentato la dottoressa Sara Warber, a capo dello studio.

Sgombro : Lo sgombro è un pesce grasso ricco di acidi grassi essenziali Omega-3, che riducono il colesterolo e il rischio di intasamento delle arterie, quindi di ictus e di infarto cardiaco. Oltre allo sgombro, ti consigliamo – anche in scatola – salmone, trota, aringa e tonno fresco (in  quest’ultimo caso, infatti, il processo di inscatolamento annulla le proprietà benefiche dei grassi).

Pollo : Alla griglia così come lessato, un bel pezzo di pollo magro è un’ottima fonte di proteine magre, tanto sane quanto indispensabili per i tuoi muscoli. Anche il tacchino è un’ottima fonte di proteine magre. Evita invece quelle di salsicce e hamburger, i cui effetti sono annullati dai grassi presenti in queste carni.

Ti è piaciuto l’articolo ? Dai un’occhiata alla nostra sezione Alimentazione per molte altre notizie !

Ti piace il blog ? Abbonati ai Feed !

Dieta : I 4 Errori fatali

Inserito il

Dopo tutti questi sforzi…

Dopo mille sacrifici , dopo aver resistito a feste , battesimi , compleanni , dato battaglia sopra mille tavole apparecchiate..ora i risultati tardano ad arrivare?

Forse stai sbagliando qualcosa di fondamentale.

Ecco cosa potrebbe essere :

Errore 1: non mangi abbastanza

Per perdere mezzo chilo alla settimana, devi ridurre la tua dieta normale di 500 calorie al giorno. Soffrendo di fame dovresti perdere un chilo alla settimana. Ma riducendo troppo le calorie, soprattutto quelle derivate dalle proteine, spingi l’organismo a conservare le calorie invece di bruciarle. È un meccanismo di sopravvivenza rimasto dai periodi delle carestie: se di solito mangi un certo numero di calorie e le riduci drasticamente, il corpo conserva le riserve di grasso, per impedirti di morire davvero di fame.

Soluzione. Continua a mangiare almeno 1.800-2.500 calorie al giorno, per impedire al metabolismo di entrare in stand-by. Suddividi il consumo delle calorie in sei pasti. Se devi tagliare calorie, elimina una lattina di birra, oppure il pacchetto di biscotti del pomeriggio (insomma, i cibi che non ti servono), ma non rinunciare agli alimenti ricchi di fibre e proteine: in questo modo non avrai fame.

Errore 2: non dormi abbastanza

L’indagine americana US National Health and Nutritional Examination Survey (NHANES) ha rilevato che le persone che dormono meno di sette ore per notte hanno un indice di massa corporea (BMI) superiore a quelle che stanno a letto più a lungo. Quando hai gli occhi appannati cade il livello di leptina, l’ormone che dice allo stomaco che è pieno, mentre aumenta la grelina, che segnala la fame e stimola l’appetito. Quindi, se non riposi bene, non perderai mai il bagaglio extra.

Soluzione. A cena, mangia sempre la lattuga, che contiene sostanze imparentate con l’oppio, spesso utilizzate nelle pastiglie per dormire. Hanno un effetto tranquillante sul sistema nervoso e ti aiuteranno ad addormentarti quando vai a letto. In più, la lattuga è molto povera di calorie.

Errore 3: non bevi abbastanza

Quando ti vengono puoi calmare i morsi della fame bevendo, e aiuterai l’organismo a metabolizzare il grasso. Il fegato converte in energia il grasso immagazzinato, ma non riesce a farlo in modo efficiente se deve aspettare che si mettano in moto i reni, i quali non lavorano bene se sei disidratato.

Soluzione. Al mattino, riempi di acqua una bottiglia da almeno due litri. Il tuo obiettivo è berla tutta entro la fine della giornata. L’acqua ottimizza le condizioni per dimagrire, lavando via i prodotti di scarto, trasportando le sostanze nutritive ai muscoli e tenendo sveglio il metabolismo. Inoltre, è anche uno degli anti-fame più efficaci. L’urina trasparente o giallo pallido è un buon segno di idratazione.

Errore 4: ti basi solo sulla dieta

Ok sei andato dal miglior dietologo possibile , hai ricevuto la miglior dieta possibile ma , la dieta non è tutto.Se la nostra vita è una vita molto sedentaria , la dieta potrebbe impiegare molto più tempo a far perdere chili.Molte cose nella nostra giornata possono essere modificate per aiutare la dieta ed ottenere con successo un binomio esplosivo.

Soluzione : Cambia delle piccole cose nella tua giornata e la tua dieta oltre che il tuo corpo te ne saranno eternamente grati:Prendi le scale e chiudi quell’ascensore , in un mese neanche immagini quante calorie potresti bruciare.Spegni il pc mezz’ora prima , salvi gli occhi e il tuo girovita visto che a stare seduti non si consuma così tanto.Proprio non riesci a fare sport ? Due giorni alla settimana fatti una passeggiata , basta anche andare a prendersi un caffè al bar dietro casa.Settanta centesimi non ti cambieranno la vita , ma il tuo peso si.

Ti è piaciuto l’articolo ? Per abbonarti a noi clicca qui !

Vuoi ricevere gratuitamente per e-mail gli aggiornamenti più importanti ? Clicca qui e poi inserisci la tua e-mail.Più facile di così !

Dimmi che profumo porti e ti dirò chi sei

Inserito il

Il profumo non è solamente una fragranza…

Ci fa sentire più maschi , dice qualcosa di noi , parla per noi a volte , indica cosa cerchiamo , e sopratutto il nostro stile di vita.

Scegliere un profumo non è mai semplice , Bulgari , D&G , Diesel , Boss , ne esistono a centinaia , possiamo prendere la strada più semplice e sceglierlo solo perchè ” è buono , si si , mi piace ” e perchè la commessa truccata con il calcestruzzo ce ne consiglia uno nuovo.

Oppure possiamo sceglierne uno che con le sue fragranze riassuma il nostro stile di vita..di certo non possiamo provarli tutti ma…

Possiamo darti qualche dritta:

-Leggi tutto

Cosa mangiare al Cinese ( Parte 1 )

Inserito il

Se al cinese vuoi evitare coliche renali e mangiare veramente bene..

” Raga dai stasera tutta dal cinese ” ..

Vicino casa , molto economico , abbondante , e a tratti di qualità.Esotico allo stato puro.Ecco forse perchè andare al ristorante Cinese ormai è diventata un’abitudine così in voga.Ci vanno tutti , giovani e famiglie , per assaggiare le specialità cinesi.In realtà non tutti sanno che ciò che tu mangi nel ristorante Cinese non è quello che in realtà mangiano i Cinesi.La cucina Cinese , come quella Thailandese nasce come una delle cucine più povere di grassi , ricca di fibre e quindi molto salutare anche se dal basso potere ” saziante ” .Non credo che il pollo glassato alle mandorle possa quindi essere annoverato tra le pietanze ” povere di grassi “.

Ora esamineremo una ad una alcune delle pietanze dei ristoranti cinesi , indicandovi quali evitare per non sentirvi male , e quale scegliere sempre.

Nuvole di Drago

Voto : 4 +

Commento : A prima vista possono sembrare delle patatine fritte di colore bianco , ma non farti ingannare , infatti possiedono bene 535 caloriee 35 g di grassi per 100 g.Un antipasto tutt’altro che light.Meglio scegliere altro.

Tost di gamberi al Sedano :

Voto : 7

Commento : Antipasto poco conosciuto , ti forniscono 280 calorie e un buon 15 g di grassi per porzione, perciò non te li puoi pappare a cuor leggero. Ma vanno comunque considerati un buon antipasto per il loro contenuto di zinco e selenio (minerali utili per tenere in forma la prostata) e di vitamina E (per la salute del cuore).Sapore  gradevole.

Alghe fritte :

Voto : 3

Commento : Forse uno dei peggiori pasti del ristorante cinese.Piacciono a molte persone ma costoro non sanno che si stanno mangiando un broccolo fritto in un mare di olio scandente , apportando bene 600 calorie per 100 g e 60 g di grassi.Da evitare sempre.

Zuppa di pollo e mais :

Voto : 8

Commento : Altra pietanza  veramente poco conosciuta , forse per il suo sapore non proprio idilliaco.Ordina una zuppa cosi come primo se hai intenzione di mangiare poco , questa zuppa riempie lo stomaco senza botte di grassi e calorie da record.Anzi , il mais protegge i tuoi occhi dal s0le , mentre il pollo oltre ad essere più digeribile di altri tipi di carni , apporta al tuo fisico il giusto valore di proteine.Equilibrata.

Involtini Primavera :

Voto : 6 – –

Commento : Il classico che ha reso la cucina cinese famosa.Piatto ambiguo , pasta sfoglia imbevuta in abbondante olio scadente da una parte , dall’altra , pietanza portatrice di benefici vitaminici ( se presi alle verdure ) e proteici se presi alla carne. Una volta al ristorante tirate una monetina.Classico (in)tramontabile.

 

 

A presto con la seconda e terza parte ! Vuoi riceverle gratuitamente per e-mail ? Clicca qui ed inserisci la tua mail , più facile di cosi !

Se ti va , abbonati a noi , è gratuito !

Cosa succede se smetti di fumare

Inserito il

Se ” smettere di fumare ” è tra i tuoi propositi..

Per iniziare al meglio questo 2011 , leggi qua e inizia a guadagnarci da subito.

Cosa succede dopo aver spento l’ultima sigaretta  :

Dopo un paio d’ore

“Già 20 minuti dopo l’ultima sigaretta la pressione e il battito cardiaco rallentano”, spiega il dottor Roberto Boffi, specialista in pneumologia dell’Istituto Tumori di Milano. “E dopo 2 ore inizi a liberarti della nicotina, un alcaloide che, quando è in circolo, fa battere più velocemente il cuore. Lentamente (cioè dopo diverse “gite” alla toilette) l’avrai espulsa del tutto: il polso tornerà nella norma e i rischi di infarto inizieranno già a ridursi drasticamente”.

Dopo un giorno

L’indomani, a cena, sentirai meglio profumi e sapori: servono infatti 24 ore perché le terminazioni nervose più danneggiate dal fumo, ovvero quelle di olfatto e gusto, inizino a rigenerarsi. E non è tutto: perché nel frattempo i tuoi polmoni si saranno finalmente liberati dal monossido di carbonio, una sostanza poco salutare dal momento che è la stessa robaccia immessa nell’atmosfera dallo scarico delle auto!

Dopo due giorni

Attento: si sta disintossicando – è vero – ma al contempo il tuo corpo inizia a dare segni di nervosismo e ha delle piccole crisi di astinenza che, tra gli altri effetti, inducono un calo della glicemia (cioè degli zuccheri nel sangue). E meno zuccheri hai nel sangue, più ti sembra di avere fame: con il risultato che rischi di mangiare di più. Ti conviene bere molta acqua (disintossica, oltre a “distrarti” dai morsi della fame) e cliccare qui per sapere come riuscire a tenere il peso sotto controllo.

Dopo tre giorni

Bravo! Sei riuscito a tener duro per 72 ore e, anche se magari non ne sei ancora perfettamente consapevole, inizi a respirare meglio. “Prima il fumo irritava le vie aeree, che si stringevano in uno spasmo a ogni tiro di sigaretta. Invece ora i bronchi possono finalmente rilassarsi e accogliere più ossigeno”, spiega ancora il dottor Boffi.

Dopo un mese

A 30 giorni dall’ultimo tiro il catrame che asfaltava le ciglia bronchiali è sparito, e la tua capacità respiratoria è aumentata del 30%. “E più il tempo passa, meglio sarà: dopo 10 anni i rischi di cancro al polmone sono gli stessi di chi non ha mai fumato”, assicura il nostro specialista. E pure il conto in banca migliora: se fumavi un pacchetto al giorno, avrai risparmiato ben 15.000 euro.

Mica pochi è ? E tu ? Quanto fumi al giorno ?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: